Posts Tagged 'cetrioli'

Cucina svedese per vegetariani: potatisbullar med gurksås

Ingredienti:

  • patate (1 kg.)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1/4 di finocchio
  • una cipolla gialla
  • un porro
  • 3 uova
  • pepe bianco
  • sale
  • curcuma
  • olio di colza (per friggere)
  • Per la salsa:

  • yogurt greco/turco (500 grammi)
  • 2 spicchi d’aglio
  • un cetriolo
  • 10 foglie di menta
  • sale, pepe, olio
  • In un paese in cui “panino farcito” si dice smörgås (letteralmente: smör=burro + gås=oca), la visita di C.C. e D.T., entrambi vegetariani, non poteva non rappresentare un’occasione per “cucina svedese per italiani” di esplorare il lato più fusion e multietnico della cucina svedese contemporanea.

    Le potatisbullar (polpette di patate) sono in effetti un piatto tradizionale svedese, ma di solito vengono fritte nel burro e accompagnate con delle fette di bacon che, a quanto capisco, non sembra essere l’ideale per chi non mangia carne. Grazie ad un ricerca disperata nel solito “Hela Sveriges Husman”, tuttavia, appena prima di provare a convincere i miei ospiti che le aringhe fossero strettamente imparentate con i porri, sono riuscito a trovare questa versione vegetariana, che viene definita un piatto scandinavo-persiano.

    Per prepararle fate bollire le patate e intanto sminuzzate la cipolla, il porro, il finocchio e l’aglio. Quando le patate sono cotte, schiacciatele e mescolate con gli ingredienti che avete preparato, aggiungendo uova, sale, pepe e un pizzico di curcuma.

    A questo punto formare, con la pasta ottenuta, le polpette. A differenza delle polpette sferiche, di cui si è ampiamente trattato qui e qui, le potatisbullar devono essere più larghe che alte e all’incirca piatte (se questo paragone aiuta qualcuno: come le mondeghili milanesi). Devo ammettere che la mia pasta era piuttosto molliccia e non era affatto facile forgiare polpette della forma desiderata: non so se questa sia una caratteristica della ricetta, ma sono abbastanza fiducioso, essendomi attenuto all’originale senza grossi slanci creativi. Fare cuocere le polpette nell’olio un paio di minuti per lato, possibilmente asciugarle con carta da cucina e servirle con la salsa.

    Per la salsa gurksås (che al di là del nome nordico è il solito tzaziki) grattugiate il cetriolo, strizzatelo in modo da fargli perdere il più possibile d’acqua, e mischiatelo con lo yogurt, l’aglio finemente tritato e le foglie di menta spezzettate. Aggiungete olio, sale e pepe secondo i gusti.

    Questa ricetta mi fornisce lo spunto per rendervi partecipi di un fatto di cronaca recente che inizia come bizzarro e divertente, ma continua costringendo a riflettere su i soliti – purtroppo – abissi dell’ignoranza. L’uomo baffuto ritratto sulla confezione dello yogurt, a quanto pare, non era a conoscenza di esservi ritratto. Quando un amico, che vive in Svezia e che si è accorto dell’uso non autorizzato dell’immagine, lo avverte, inizia una causa legale contro i produttori dello yogurt, chiedendo un risarcimento di 6,9 milioni di euro (altre volte si parla di 50 milioni di corone. In ogni caso: una cifra, diciamo così, considerevole). La parte non divertente è che il problema non riguarda il fatto che abbiano usato la sua immagine per lo yogurt, ma che l’abbiano usata per uno yogurt definito “turco”, mentre il signore in questione è greco e considera l’essere associato al termine “turco” un terribile affronto. Nell’intervista alla bbc blatera, insieme all’avvocato, di “pistole che hanno ucciso turchi”, di indossare un “costume tradizionale usato dal padre e dal nonno nelle guerre d’indipendenza”, di “non c’è più grande insulto per un greco” e via con questi toni.

    D.T., invece, sebbene affaticato da una giornata di turismo a Stoccolma, con uno smagliante sorriso contribuisce al successo della cucina fusion scandinava e dell’amicizia tra i popoli che questa rappresenta.

    Annunci

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 43 follower

    “Cucina svedese per italiani” è segnalato da: